Perché, come e cosa della  rubrica sull’autostima

Una rubrica sull’autostima, come e perché – Luca Stel

 

Benvenuti a questa rubrica dedicata all’autostima e al rapporto che le persone hanno con essa. Avrò il piacere di parlare con delle persone straordinarie, delle persone comuni. Sì, avete capito bene, comuni perché sono convinto che ognuno di noi abbia una storia degna di essere raccontata, un percorso unico che merita di essere valorizzato. Poi, come scoprirò lungo il mio percorso, il concetto di successo è totalmente personale e relativo.

 La scelta di parlare con persone comuni mi è nata dall’ispirazione che ho tratto da “One more time”, un podcast di Luca Casadei che racconta le storie di persone che sono cadute, ma poi si sono rialzate e sono ritornate al successo.

Proprio questa parola, “successo”, è quella che spesso suscita dubbi e timori in molti di noi, soprattutto in me. Ci e mi sembra un traguardo lontano, raggiungibile solo da pochi eletti, ma in realtà ognuno di noi ha la propria personale definizione di successo e va bene così.

 

Io stesso ho conosciuto il successo a mio modo, nelle piccole vittorie quotidiane, nelle sfide superate e nelle relazioni costruite. Credo che la capacità di vedere il successo nelle piccole cose sia un’abilità fondamentale, che ci permette di apprezzare la bellezza della vita anche nelle sue sfumature più delicate. Nonostante questo, affermo con coraggio e tanta paura che io il successo vero, non l’ho ancora incontrato.

 

Parlerò di persone di successo, ma desidero comprendere e valorizzare le storie di persone davvero comuni, perché credo che ognuno di noi abbia una storia unica e degna di essere raccontata. Voglio dare voce alla massaia di Voghera, al contadino morteglianese, al muratore bergamasco e a tutte le persone straordinarie che incontriamo ogni giorno, magari senza nemmeno rendercene conto.

 

Per questo motivo, ho deciso di proporre uno schema di intervista piuttosto standard a tutti, a persone comuni al massimo, ai miei amici, a persone che conosco da vicino o da lontano, che reputo incredibili nonostante la loro “normalità”. A persone che lavorano nell’ambiente delle relazioni di aiuto come coach e counselor, questo dovrebbe essere il mio mondo, ma anche a tecnici informatici, bidelli, casalinghe, psicoterapeuti. Voglio mettere in luce la bellezza e la forza delle storie quotidiane, perché credo che sia proprio da esse che possiamo imparare le lezioni più preziose.

 

Quindi, cari amici lettori o vis(ionari)ualizzatori, se avete una storia da raccontare, se avete superato ostacoli, se avete imparato a volervi bene davvero, ad accettarvi nonostante tutto, ma anche grazie a  tutto, vi invito a condividere la vostra esperienza con me. Quando vedrete un mio video potrete sempre raggiungermi su tutti i social, sul mio sito ma anche tramite mail, semplicemente il mio indirizzo è: avoltenellavita@gmail.com .

Ognuno di voi è unico e speciale, e ogni vostra parola può essere un’ispirazione per qualcun altro. Siate orgogliosi di ciò che siete e di ciò che avete vissuto, perché è proprio la vostra autenticità a rendervi straordinari.

 

Grazie per avermi letto, visto o ascoltato tutto e grazie anche se deciderete di condividere con me la vostra storia. Sono convinto che insieme possiamo celebrare la bellezza delle storie comuni e trovare ispirazione l’uno nell’altro. Vi aspetto numerosi per dare voce alla vostra esperienza e per dimostrare che ognuno di noi è straordinario a modo suo.

 

Insieme possiamo sfatare il mito del successo come un traguardo irraggiungibile e celebrare la ricchezza delle nostre vite quotidiane. Grazie per avermi dato l’opportunità di condividere queste riflessioni con voi, e vi invito a restare sintonizzati per scoprire le storie straordinarie delle persone comuni che ci circondano.

A presto!

Ascolta il perché di questa rubrica

di Luca Stel | Cos'è l'autostima

Guarda l’intero contenuto!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *